Evian o non Evian?…questo è il dilemma!


E ancora una volta il social marketing fatto bene paga…e tanto!
Ovunque è tutto un vociare sugli 8 euro della bottiglia della Evian firmata Ferragni, scomodando pure etica e morale.

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ un bene di lusso e quindi il problema non è di chi lo vende, che è libero di proporre il prodotto al prezzo che preferisce.
Semmai lo sarà di chi sceglie di comprare una bottiglia d’acqua in versione limited edition sperando che un giorno possa valere quanto un quadro di Picasso.
E sul sistema di come si crei il plusvalore e di come spesso si sfiori l’assurdità, ci sarebbe un’intera letteratura da scrivere.
Ma, per questo la soluzione è semplice: non spendete 8 euro per una bottiglia di acqua:
nessuno vi obbliga!Quello che invece genera attenzione e “ammirazione” è la capacità manageriale di questa moderna “re mida “capace di trasformare in oro tutto ciò che tocca.
Ben vengano gli introiti derivanti dalla vendita delle bottiglie, ma che valore dare alle milioni di condivisioni gratuite derivanti dalla polemica montata?
Quanto ritorno d’immagine, per chi della sua immagine ha fatto un business, può dare lo sdegno suscitato da un banale cartellino del prezzo?
Questo stesso articolo, in questo preciso momento sta contribuendo a rimpinguare le casse “social” della signora Fedez.E non serve a nulla non aver messo in bella mostra la fotografia della nota influencer con la sua bottiglietta in mano.
Per il solo motivo di esistere questo post sta contribuendo all’economia di casa Ferragni – Fedez.
E non posiamo lamentarci…perché volenti o nolenti, se ti occupi di social e di marketing, questo è.Semplice, veloce, indolore.
Una campagna perfetta senza tante pretese.
Non la più bella, per niente innovativa, anzi scontata.
Andando sul sicuro è arriva dritta dritta al risultato, utilizzando un meccanismo classico quanto un capo di Chanel.

Anche questo è talento… chapeau!

Share :
Related Posts